degustazione

Il Bollito Veronese: ve lo spiega hotelsverona.it

In questo periodo invernale e natalizio a Verona, la domenica e in occasione delle grandi feste si mangia una sola cosa: il Bollito con la pearà! Piatto immancabile sulle tavole dei Veronesi!

Provate a farlo anche a casa vostra, non è difficile: è un piatto della tradizione, nasce povero e semplice, fatto per riciclare il pane vecchio e per utilizzare tagli di carne non pregiati e costosi. Tuttavia portarlo in tavola in occasione del pranzo domenicale equivale a trascorrere un momento di gioia e convivialità con tutta la vostra famiglia! Se desiderate assagiarlo quando siete in vacanza a Verona, ospiti delle nostre strutture alberghiere Hotel Martini, Hotel Piccolo o Hotel Porta Palio, prenotatelo insieme alla camera, lo prepararemo apposta per voi e ve lo faremo gustare presso il nostro Risto&Pizza Lido! Rigorosamente con un bel rosso della Valpolicella!

Bollito con salsa “Pearà”

Ingredienti 400 gr di pane raffermo grattugiato, 200 gr divisi in parti uguali di: midollo di bue, midollo di vitellone e midollo di maiale, mezzo litro di brodo di manzo, 40 gr di burro, pepe per metà macinato sottilissimo, il restante macinato granuloso

Preparazione

Raccogliere il brodo non sgrassato di un buon pezzo di manzo lesso. Prendere il pane raffermo e renderlo biscotto in forno, senza bruciarlo. prendere una pentola di cotto o di ferro smaltato e porre a fuoco lento il midollo di bue, di vitellone e di maiale oppure solo di manzo, e scioglierlo da crudo. si può usare anche il midollo tolto dagli ossibuchi bolliti. mescolare al burro. quando il midollo si sarà fuso con il calore, versare un mestolo pieno di brodo per persona, ben bollente, in modo da non interrompere la continuità di cottura. dopo qualche minuto di bollitura, versare un pugno di pane grattugiato per persona, lasciando bollire molto lentamente per almeno un'ora e mezza, due ore. un quarto d'ora prima di ritirare dal fuoco, aggiungere il pepe sottile e granuloso. a questo punto, per dare la giusta consistenza cremosa alla pearà, aggiungere del brodo o del pane grattugiato. tenere presente che raffreddando anche di poco, cambia la consistenza dell'impasto. se è di consistenza densa in piena cottura, raffreddando, l'impasto sarà certamente troppo consistente e viceversa. portare a tavola a temperatura più calda possibile, eventualmente aiutandosi con uno scaldatore a fiamma o a piastra. è da tenere ben presente che anche il midollo tende, perdendo calore, a consolidarsi. salsa di gradevolissimo gusto, che lascia alla volontà di ognuno la quantità del pepe. non esagerare nel gusto piccante del composto. complemento perfetto per lessi misti e per il cappone lesso, anche in occasioni di festività, perfetto complemento anche per crostini di polenta ben brustolata sulla brace.



Read More
Scrivici