natale verona

NATALE 2009 A VERONA!!!

L'Offerta Speciale NATALE A VERONA degli Hotels Martini e Piccolo Vi offre la possibilità di visitare la città durante tutto il mese di Dicembre ad un prezzo molto vantaggioso, includendo anche i biglietti d’ingresso all’importante rassegna internazionale del Presepio che si svolge in Arena e una cena a base di piatti della cucina tipica Veronese (pietanze che d’inverno si gustano molto volentieri!!) L'Offerta Speciale NATALE A VERONA comprende: - Pernottamento in camera doppia presso l'Hotel Martini o Piccolo; - Colazione a Buffet dalle 7.00 alle 10.00; - Cena presso il Risto&Pizza Lido con Menu Tipico Veronese; - Biglietti d'entrata per visitare la 26° rassegna internazionale del Presepio in Arena. PREZZO PER PERSONA: 61,00 Euro!!! Per info&prenotazioni info@hotelsverona.it


Read More

Corot a Verona, grande mostra alla Gran Guardia

Gli Hotels Martini&Piccolo Vi ricordano che da ieri è aperta la grande mostra su Corot al Palazzo della Gran Guardia. La mostra si è aperta alla presenza di tutte le autorità compreso il famoso critico d'arte Vittorio Sgarbi, che ha esaltato la grandissima qualità delle opere esposte (e sappiamo bene che Sgarbi solitamente tende ad essere piuttosto critico...). La mostra presenta numerosi dipinti esposti per la prima volta in Italia, provenienti dal Louvre e dal Musee d'Orsay, fra le quali spicca sicuramente uno dei più famosi quadri di Cezanne: I Pioppi. I biglietti d'ingresso alla mostra sono disponibili al prezzo di euro 11,50 e possono essere acquistati online sul sito  http://www.corotverona.it/ Gli Hotels Martini&Piccolo hanno predisposto per l'occasione l'offerta NATALE A VERONA che Vi permette di visitare la nostra bellissima città per tutto Dicembre, fra mercatini di Natale, luminarie e la magica atmosfera della stella cometa in Piazza Bra. VI ASPETTIAMO!!!

Read More

Buona Santa Lucia! Grande festa a Verona!

 

Secondo la tradizione popolare veronese, intorno al XIII secolo, in città, in particolare tra i bimbi, era scoppiata una terribile ed incurabile epidemia di “male agli occhi”. La popolazione decise allora di chiedere la grazia a Santa Lucia, con un pellegrinaggio a piedi scalzi e senza mantello, fino alla chiesa di S. Agnese, dedicata anche alla martire siracusana, posta dove oggi c'è la sede del Comune: Palazzo Barbieri. Il freddo spaventava i bambini che non avevano nessuna intenzione di partecipare al pellegrinaggio. Allora i genitori promisero loro che, se avessero ubbidito, la Santa avrebbe fatto trovare, al loro ritorno, tanti doni. I bambini accettarono ed iniziarono il pellegrinaggio; poco tempo dopo l'epidemia si esaurì.

Da quel momento è rimasta la tradizione di portare in chiesa i bambini, per la benedizione degli occhi, il 13 dicembre e ancora oggi, la notte del 12 dicembre, i bambini aspettano l'arrivo di S. Lucia che porta loro gli attesi regali in sella ad un asinello accompagnata dal Castaldo, l'aiutante. Si lascia un piatto sul tavolo con del cibo con cui ristorare sia lei che l'asinello prima di andare a dormire. In quella sera i bambini vanno a letto presto e chiudono gli occhi, nel timore che la Santa, trovandoli ancora svegli, li accechi con la cenere. La mattina dopo, Lucia fa trovare loro il piatto colmo di dolci, fra cui le immancabili “pastefrolle di Santa Lucia”, di varia forma (stella, cavallino, cuore…), nonché l'altrettanto immancabile "ghiaia dell'Adige" ed il "carbone dolce" per i bambini "cattivi". Le formine delle frolle scacciano il male e sono di buon auspicio.

Dal secolo scorso si è sviluppata, per l'occasione la tradizionale grande fiera, che ancora oggi si tiene nei tre giorni precedenti il 13 dicembre, in una piazza Bra' riempita dai “bancheti de Santa Lussia”, ricchi di giocattoli e dolci di ogni tipo.



Read More
Scrivici